“Augusto Del Noce: il laico cattolico”

Se nel libro ‘Il cattolico comunista’ Augusto Del Noce contesta il richiamo alla fede di Franco Rodano per un’adesione religiosa alla posizione  comunista, ne ‘Il problema dell’ateismo’ aveva invece sostenuto che il riferimento alla visione religiosa fosse necessario a proposito della laicità; al punto che questa, da nessun altro come  dal cattolico potesse venir rivendicata e garantita.

Il laico passa per avere un vivo senso della dignità umana, della sua libertà e indipendenza, dell’autonomia di pensiero e di decisione; per il suo opporsi deciso ai soprusi dell’autorità nei confronti della coscienza; per il suo esigere che non si imponga a nessuno di aderire ad una  verità, senza che sia l’interessato stesso a convincersi e a decidere di farlo.

Se per laicità si intende questo, Del Noce la professò in tutta la sua vita. Venne però isolato e combattuto  proprio dalla cultura che si dice laica. Come mai?

Del_Noce.laico.pdf

“Augusto Del Noce: il laico cattolico”ultima modifica: 2008-05-13T10:25:00+00:00da kkiaraa_08
Reposta per primo quest’articolo